SESSUOLOGIA

“Non esiste un funzionamento ‘semplicemente’ biologico: 

per esempio non esiste una ‘semplice’ pulsione sessuale 

senza né amore né fuga dall’amore.”

                                                           – Fritz Perls –

 

La sessualità è una sfera molto importante della vita di ognuno di noi ed ha componenti anatomiche, fisiologiche, psicologiche e sociali. É una sfera che è presente e attraversa tutte le fasi di vita: infanzia, pubertà, età adulta, gravidanza, menopausa, andropausa.

Il parlare Nella società odierna la sessualità viene mostrata molto, ma è ancora affrontata con pregiudizio e carica di taboodella sessualità è parlare di emozioni, dei nostri contenuti più profondi. Forse è proprio per questo che nella nostra società, nonostante si mostri molto la sessualità e ci sia una iper-sessualizzazione superficiale, resta un grande taboo culturale ricco di pregiudizi.

In ognuno di noi si crea un equilibrio organizzato tra le varie componenti della sessualità: i tipi di desideri che sperimentiamo, le cose particolari che ci piacciono e non ci piacciono, i sentimenti, come è vissuto il nostro corpo,… Ognuno di noi ha un’organizzazione specifica della propria sessualità, sia consapevole sia inconsapevole.

Può capitare che gli avvenimenti della vita, le nostre emozioni, il nostro mondo interiore, minaccino l’organizzazione interna della nostra sessualità. Questa minaccia può portare alla nascita di varie difficoltà.

L’approccio della Psicoterapia della Gestalt, Educazione sessuale ed emotivabasato sulla sospensione del giudizio e la ricerca del contatto emotivo, applicato alla Sessuologia, diventa utile quando ci si trova ad affrontare queste difficoltà perché accompagna alla scoperta di se stessi e delle proprie emozioni per alleviare le sintomatologie della sfera sessuale.

Questo approccio integrato è particolarmente importante anche per sostenere la persona in momenti di passaggio critici, come ad esempio l’adolescenza, perché offre uno spazio protetto in cui sono autorizzate e sostenute la conoscenza scientifica (educazione sessuale) e la scoperta emotiva di sé e di sé in relazione all’altro (educazione emotiva).

“Non esiste un funzionamento ‘semplicemente’ biologico: per esempio non esiste una ‘semplice’ pulsione sessuale senza né amore né fuga dall’amore.”

                                     – Fritz Perls –

 

La sessualità è una sfera molto importante della vita di ognuno di noi ed ha componenti anatomiche, fisiologiche, psicologiche e sociali. É una sfera che è presente e attraversa tutte le fasi di vita: infanzia, pubertà, età adulta, gravidanza, menopausa, andropausa.

Il parlare Nella società odierna la sessualità viene mostrata molto, ma è ancora affrontata con pregiudizio e carica di taboodella sessualità è parlare di emozioni, dei nostri contenuti più profondi. Forse è proprio per questo che nella nostra società, nonostante si mostri molto la sessualità e ci sia una iper-sessualizzazione superficiale, resta un grande taboo culturale ricco di pregiudizi.

In ognuno di noi si crea un equilibrio organizzato tra le varie componenti della sessualità: i tipi di desideri che sperimentiamo, le cose particolari che ci piacciono e non ci piacciono, i sentimenti, come è vissuto il nostro corpo,… Ognuno di noi ha un’organizzazione specifica della propria sessualità, sia consapevole sia inconsapevole.

Può capitare che gli avvenimenti della vita, le nostre emozioni, il nostro mondo interiore, minaccino l’organizzazione interna della nostra sessualità. Questa minaccia può portare alla nascita di varie difficoltà.

L’approccio della Psicoterapia della Gestalt, Educazione sessuale ed emotivabasato sulla sospensione del giudizio e la ricerca del contatto emotivo, applicato alla Sessuologia, diventa utile quando ci si trova ad affrontare queste difficoltà perché accompagna alla scoperta di se stessi e delle proprie emozioni per alleviare le sintomatologie della sfera sessuale.

Questo approccio integrato è particolarmente importante anche per sostenere la persona in momenti di passaggio critici, come ad esempio l’adolescenza, perché offre uno spazio protetto in cui sono autorizzate e sostenute la conoscenza scientifica (educazione sessuale) e la scoperta emotiva di sé e di sé in relazione all’altro (educazione emotiva).